Via al “PROGETTONE” 2016

Cos’è Il Progettone?

E’ uno strumento di politica attiva del lavoro, istituito con la legge provinciale n. 32 del 27 novembre 1990, adottato dalla Provincia autonoma di Trento. L’obiettivo principale è di favorire il reinserimento di lavoratori con almeno 53 anni di età, 49 per le donne, rimasti privi di lavoro, da ricollocare in attività di pubblica utilità.


Le attività a favore del sostegno occupazionale

Il Servizio si occupa dell’assunzione delle persone provenienti dalla lista di mobilità segnalate dal Servizio Lavoro e in residuali casi, dell’assunzione con contratto a tempo determinato (lavoro stagionale) delle persone disoccupate iscritte nelle liste di collocamento. L’assunzione avviene per mezzo di cooperative di produzione e lavoro o loro consorzi e cooperative sociali o loro consorzi, cui è affidata per mezzo di apposite convenzioni l’esecuzione delle opere e dei servizi.

Prima di procedere alla collocazione del personale, il Servizio effettua colloqui di gruppo e colloqui individuali al fine di approfondire la conoscenza di ogni soggetto ed individuare il posto di lavoro più adatto alle caratteristiche individuali. La destinazione dei lavoratori e delle lavoratrici avviene tenendo conto delle esperienze lavorative precedenti, delle attitudini, delle potenzialità rilevate, delle predisposizioni manifestate in sede di colloquio, delle eventuali limitazioni e della residenza.

Le informazioni raccolte durante i colloqui vengono poi incrociate con le richieste di personale che provengono dagli enti pubblici dislocati sul territorio. Gli enti pubblici – Comuni, Comprensori, Musei, Biblioteche, Centri di raccolta materiali, Case di riposo, ecc. – divengono quindi i destinatari del personale in relazione ai rispettivi fabbisogni di manodopera.

Nel corso del rapporto di lavoro sono frequenti i trasferimenti del personale tra i diversi luoghi di lavoro e le molteplici attività lavorative. Ciò al fine di ricercare la situazione lavorativa più confacente alle aspettative dei soggetti e meglio rispondere alle esigenze manifestate dagli Enti pubblici ove il personale è assegnato.

Requisiti:

I lavoratori iscritti in lista di mobilità nazionale o regionale vengono segnalati dalla Commissione provinciale per l’impiego istituita presso il Servizio Lavoro.
Con delibera della Commissione Provinciale per l’Impiego di data 14 marzo 2013, n. 387, sono stati modificati i requisiti per l’ accesso e le condizioni e modalità di assunzione negli ambiti di attività di cui alla L.P. 27 novembre 1990, n. 32.
Per chiarimenti telefonare al Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale al numero 0461.496123

N.B.: Non è possibile l’inserimento nei lavori socialmente utili di lavoratori/ici che abbiano raggiunto il primo requisito utile per il diritto alla pensione anticipata o di vecchiaia.

Il Servizio per il Sostegno Occupazionale e la Valorizzazione Ambientale provvede all’occupazione dei lavoratori segnalati dal Servizio Lavoro. Le assunzioni avvengono presso cooperative di lavoro o consorzi di cooperative a cui il Servizio affida la realizzazione di opere e di servizi per mezzo di apposite convenzioni. Le assegnazioni del personale avvengono in relazione alle richieste inoltrate dagli enti eventi titolo ed alle necessità occupazionali derivanti dalla realizzazione delle attività programmate.

Tutti gli interessati possono visitare il sito web dell’Agenzia del lavoro della Provincia di Trento, in cui visionare tutte le opportunità di lavoro attive nel territorio e candidarsi alle posizioni aperte disponibili.